Salta al contenuto

Twitter diventerà quello che doveva essere: una piattaforma di microblogging

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
1 minuto

Table of Contents

Twitter si avvia a diventare quello che avrebbe dovuto essere fin dall’inizio: una piattaforma di microblogging. Lo ha annunciato Jack Dorsey con un tweet in cui ha postato lo screenshot di un testo più lungo, organizzato in piccoli paragrafi lunghi grosso modo un tweet.

Secondo Re/Code i nuovi tweet potranno essere lunghi fino a 10.000 caratteri, ma nella timeline verrà visualizzato solo il primo blocco da 140 caratteri. Con questa mossa Twitter va nella direzione di Medium, seguendo unaa strada già intrapresa da Facebook.

Presto infatti potrai scrivere un breve post su Twitter e linkarlo all’interno del tuo tweet, come fanno i blogger quando scrivono un post e lo promuovono sul network.

Secondo Re/Code, I “post” su Twitter saranno lunghi al massimo 10.000 caratteri. Equivalgono circa a 200 parole. La stragrande maggioranza dei post dei blog è al di sotto delle 800 parole, ma la lunghezza media dei post di Facebook si aggira intorno a questi numeri. E in fondo, parliamo di microblogging non per altro.

Il tentativo dei social network di prendere il posto dei blog per trasformarsi definitivamente in social media mi pare un fenomeno da cominciare ad analizzare sempre più seriamente. Resta il fatto che avere un proprio blog, o sito Internet, è (almeno per il momento) imprescindibile per la definizione di una presenza online e per garantire i propri contenuti e la loro fruizione e diffusione.

Comunicazione

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

La fine di Facebook & co

Se la tua strategia di content marketing è ancora ancora ai social network, è il caso che cominci a guardare avanti. Secondo un report di Buzzsumo infatti la condivisione dei contenuti è in calo verticale. Ecco un commento letto sul Nieman Lab (neretto mio) The top line takeaway from its

Solo per gli iscritti

L'intelligenza artificiale renderà Facebook pauroso

Olivia Solon, sul Guardian, riporta una dei passaggi chiave dell’ultima conferenza degli sviluppatori di Facebook: Facebook is looking at using optical imaging – using lasers to capture changes in the properties of neurons as they fire – to glean words straight from our brain before we say them. If these

Solo per gli iscritti

Ben Ubois: con Feedbin ho reso il web più bello da leggere

Questo articolo è parte di una serie sulla dieta informativa per blogger, giornalisti, professionisti e semplici appassionati di news. Per ricevere i precedenti articoli e il seguito, iscriviti al form qui sotto. Nelle scorse settimane ho condiviso la mia strategia per usare bene gli RSS nel 2017. Nel primo articolo