Salta al contenuto

Un nuovo blog e tre novità

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
2 minuti

Table of Contents

Questo blog cambia. Anzi è già cambiato, ma ci sono ancora un pochino di cose da sistemare. Oggi lo vedi semplicemente diverso nell’aspetto, ma è in corso un radicale rinnovamento. Intanto non c’è più WordPress sotto, ma Squarespace. Il motivo del “trasloco” è che WordPress si portava via troppo tempo in ricerca e gestione dei plugin, tema grafico, backup e aggiornamento del sistema. Con Squarespace in un paio di ore ho sistemato il tema, non ci sono plugin da gestire e c’è più o meno tutto quello di cui questo blog ha bisogno. D’ora in poi il focus sarà esclusivamente sui contenuti.

Dunque, niente più sidebar, niente più spazio eccessivo ai social, nessun widget indiscreti, zero banner (pubblicitari o meno che fossero), nessun calendario o ammennicolo che possa distrarti da quello per cui sei qui: i miei post.

Questo dovrebbe permettermi di bloggare con più assiduità. Non mi donerà la pace dei sensi: il prossimo passo, già lo so, sarà Octopress, un cms a riga di comando. Sono riuscito a creare un blog in Octopress hostato su Github, continuerò a lavorarci e il mio obiettivo è migrare entro il prossimo anno. Al momento però Octopress non mi permette di bloggare facilmente in mobilità e la configurazione dei plugin è complicata. Quindi, avanti con Squarespace, di cui ti parlerò approfonditamente più avanti.

Le novità che ti riserverà nei prossimi mesi questo blog sono essenzialmente tre:

  • più contenuti, con link-post in luogo dei post it: praticamente, se prima condividevo su Twitter quello che di interessante trovavo in giro, aggiungendo un piccolo commento, d’ora in poi lo condividerò sul sito, con la formula usata da altri blogger come John Gruber di Daring Fireball. Vale a dire, link nel titolo alla sorgente, citazione dal post linkato e mio commento prima e o dopo. Riconoscerai questi posta da una freccia alla fine del titolo;
  • podcast: questo è un obiettivo a medio termine. Ho notato che quando mi scateno con un tema che mi appassiona alla gente piace stare ad ascoltarmi. Per questo proverò a usare anche questo strumento. Fonte di ispirazione in questo caso è The Weekly Briefly di Shawn Blanc;
  • membership: progetto a lungo termine. In futuro alcuni contenuti extra saranno a pagamento. Non tanto perché abbia bisogno di monetizzare, quanto perché voglio creare una community attorno al blog. Questa cosa succederà se e solo se questo blog saprà offrirti dei buoni motivi per pagare due euro al mese di “abbonamento”. Per il momento, l’unica formula di esclusività a cui sto lavorando è la newsletter. Finora tutti i contenuti invitati in newsletter li potevi ritrovare sul blog dopo qualche giorno. Prossimamente non sarà così: in newsletter ti arriveranno tutti i nuovi post, più una specifica newsletter più o meno settimanale con materiale che non è finito nei post e che non verrà più pubblicato sul sito.
Scrivere

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Ghost vs WordPress

Scopri le principali differenze fra Ghost e WordPress.

Solo per gli iscritti

Ghost self-hosted: perché sceglierlo e cosa ti serve per usarlo al meglio

Nel corso delle ultime settimane mi sono preparato a dovere per migrare il mio sito su Ghost, un CMS open source sviluppato e gestito da una organizzazione non-profit dedita a creare i migliori strumenti open source per giornalisti indipendenti, blogger e creatori di contenuti in generale. Seguo il progetto da

Solo per gli iscritti

Perché e come aggiungere una newsletter al tuo blog

Quando una persona che incontri, anche tutti i giorni, diventa un tuo contatto? Quando ti scambi il biglietto da visita. Perché lì sopra oltre al suo nome è indicato un modo per contattarla. Di solito telefono ed email. Con i tuoi lettori è lo stesso: diventano un contatto quando ti