Salta al contenuto

Temi WordPress per scrivere un blog

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
2 minuti

Table of Contents

Quanto è importante il tema grafico per un blog? A mio avviso è fondamentale, perché è il primo punto di contatto fra il lettore e lo scrittore. Perché esprime la tua personalità. Perché dice al lettore cosa ti sta più a cuore. Prima di tornare a WordPress ho cercato invano diversi temi per scrittori, minimalisti, una colonna, senza fronzoli, che mettessero il lettore in primo piano e riducessero a 0 lo spazio fra me e lui. Ne ho trovati diversi, e alla fine ho scelto Nada di Paul Jarvis, che ho poi modificato nel codice per farlo funzionare come volevo io.

Senza bisogno di sporcarti le mani, ecco dei temi pronti all’uso per chi vuole utilizzare il proprio blog come strumento di scrittura e comunicazione nel massimo rispetto del lettore.

Temi WordPress gratuiti per iniziare a scrivere un blog

Independent Publisher di Raam Dev, minimalista e ricco di funzioni. Peccato che la demo live non funzioni più, in ogni caso lo puoi vedere in azione sul sito dello sviluppatore.

Write e Pensee di Themehaus, che ha anche altri diversi temi interessanti. In precedenza ho usato Pensee e sono temi ottimi.

Darvis, di Anders Norén, il quale sul proprio sito ha diversi temi gratuiti per creativi (grazie a Koolinus per la segnalazione). Essenziale, come piace a me.

Less, di Jared Ericson. Ancora più essenziale.

Thoughts, di Pixelrevel, che ha anche diversi altri temi molto interessanti.

Alice di iA, gli sviluppatori di iA Writer. Semplicissimo, senza niente, ma anche bellissimo.

Altri ottimi temi gratuiti li puoi trovare su justfreethemes.com.

Temi WordPress premium per blogger, scrittori e giornalisti

Per chi vuole investire qualcosa di più, è possibile comprare il framework Genesis e abbinargli un tema gratuito come il Sample Theme, la versione Started di Sridhar Katakam o uno dei temi gratuiti di Brian Gardner, come Mobile First o Minimalist Pro.

Per chi vuole qualcosa di più, ci sono Monochrome Pro e Maker Pro.

A chi ha un po’ di budget extra, consiglio di guardare anche Tribe Theme di Notables Theme. L’ho comprato da Jeff Goins che l’ha poi rivenduto a Notables per farlo crescere, ma non mi pare che sia cresciuto molto. A 197 euro è un po’ caro, ma ha quasi tutto quello che può servire a chi vuole concentrarsi sulla scrittura e creare un’audience. Jeff continua a utilizzare questo, e per ammodernizzarlo quello che serve basta cambiare due cose.

Considerazione finale

Ci sono ovviamente vari temi da cui partire, e ovviamente qui ci sono quelli che io ho preso in considerazione perché mi parevano sufficientemente limitati per consentirmi di concentrarmi su quello che poi conta, vale a dire scrivere. Ho deciso di condividerli per evitare che chi voglia iniziare a scrivere si senti frenato dalla scelta di temi con mille funzioni da esplorare e mille opzioni da valuare.

Se stai iniziando un blog, prendi uno di questi temi e inizia a scrivere, e segui la mia blogging challenge per ulteriori spunti e risorse.

Blogging ChallengeScrivere

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Ghost vs WordPress

Scopri le principali differenze fra Ghost e WordPress.

Solo per gli iscritti

Ghost self-hosted: perché sceglierlo e cosa ti serve per usarlo al meglio

Nel corso delle ultime settimane mi sono preparato a dovere per migrare il mio sito su Ghost, un CMS open source sviluppato e gestito da una organizzazione non-profit dedita a creare i migliori strumenti open source per giornalisti indipendenti, blogger e creatori di contenuti in generale. Seguo il progetto da

Solo per gli iscritti

Perché e come aggiungere una newsletter al tuo blog

Quando una persona che incontri, anche tutti i giorni, diventa un tuo contatto? Quando ti scambi il biglietto da visita. Perché lì sopra oltre al suo nome è indicato un modo per contattarla. Di solito telefono ed email. Con i tuoi lettori è lo stesso: diventano un contatto quando ti