Salta al contenuto

È solo difficile

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
1 minuto

È un momento di passaggio. Sempre. Anche e soprattutto quando le cose sono difficili e vorresti ribaltare il tavolo. Ricominciare da capo. E però non vuoi. Ti dici che non puoi, ma in realtà non vuoi perché c’è qualcosa che sarebbe così tanto difficile che meglio che no. In ogni caso, è un momento di passaggio. Ok, ma come viverlo al meglio?

Se lo consideri un tratto del percorso, un giorno sarai grato anche per questo. Per quello che ti avrà insegnato o le esperienze che ti avrà regalato. I miei due figli (2 e 5 anni), per esempio, costretti a giocare insieme pur di giocare con qualcuno, stanno stringendo un rapporto fortissimo. Tutti coloro che stanno lavorando da remoto stanno sperimentando qualcosa che potrebbe essere parte del loro futuro.

Mentre ci sei dentro no, non ci vedi nulla di buono, ma se hai attraversato situazioni negative in passato e adesso ti guardi indietro cercando qualcosa di positivo scoprirai che qualcosa di positivo c’è sempre. Ci vogliono anni, ma poi lo trovi. Te ne rendi conto collegando a ritroso i puntini. A distanza di un decennio, io ho rivalutato persino la peggior esperienza lavorativa. Il problema è che per trovare qualcosa di positivo devi cercarlo. Se cerchi solo cose negative, quando ne trovi una positiva non la riconosci.

Ora, che fare in questo momento di passaggio? Personalmente ho deciso di tagliare molte attività che svolgevo, cercare di godermi un po’ quello che ho, e investire su quello di cui avrò bisogno dopo (su Il Post trovi un sacco di indicazioni di corsi gratuiti e a pagamento che puoi svolgere da casa). Il modo migliore per vivere ogni momento difficile, in cui molte cose ci sono impedite, è investire del tempo per migliorare quello che verrà dopo.

Riflessioni

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Progetti sì, progetti no

Fra pochi giorni aprirò la mia agenda per la review più importante dell’anno: quella finale. Quella in cui verifichi quanto hai realizzato, rivedi gli errori commessi e ne fai tesoro, cancelli progetti per cui ti eri preso una cotta passeggera, e finalmente butti giù gli obiettivi per rendere il

Progetti sì, progetti no
Solo per gli iscritti

Data di scadenza

Qualche giorno fa discutevo con mio fratello della malsana idea di comprare un pianoforte vero o ibrido o insomma un digitale top di gamma. Ne ho bisogno? No, ma il tarlo me l’aveva messo lui spendendo 1.500 euro per un sassofono di qualità professionale non avendone mai suonato

Data di scadenza
Solo per gli iscritti

Verso l’ignoto e oltre

Ci sono cose che sappiamo di sapere. Così come ci sono cose che sappiamo di non sapere. Ma ci sono anche cose che non sappiamo di non sapere. Donald Rumsfeld, segretario della difesa americano negli anni ’70, le classificava in questo modo: * known knowns; * unknown knowns; * unknown unknows. Le conoscenze

Verso l’ignoto e oltre