Salta al contenuto

Drafts 4, l'unica app iPhone di cui non puoi fare a meno

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
4 minuti

Table of Contents

Drafts di Agile Tortoise è una delle app che uso maggiormente sul mio iPhone perché mi consente di fare una grandissima quantità di cose in tempi rapidi. All’apparenza si tratta di una’app per prendere appunti, ma il motivo per averla e usarla è che Drafts trasforma appunti in azioni. Vale a dire:

  • post su Twitter, Facebook, Google+, Tweetbot, Buffer e via dicendo, anche tutti insieme;
  • creazione di note in Simplenote, Evernote, Google Drive o Day One, o articoli in Byword, Editorial, Daedalus Touch e altre app per scrivere, eventualmente anche aggiungendo testo a una nota già scritta;
  • messaggi di testo, iMessage o email, anche in modo rapido con uno o più destinatari predefiniti;
  • creazione di task e liste in Clear, Omnnifocus, Things e via dicendo;
  • export del testo in qualsiasi altra app;
  • ricerca su Google, Google Maps, 1Password e altre applicazioni;

Drafts la apri ed è pronta per scrivere. È il motivo per cui sta nel mio dock. Dopo che hai scritto decidi cosa fare con la tua nota. Se non ci fai nulla, verrà salvata automaticamente e la prossima volta che aprirai Drafts la ritroverai nell’elenco delle tue note, accessibile con uno swipe da sinistra. Qui dentro puoi organizzare le note per disponibili, archiviate e preferite. Di ogni nota, o meglio bozza, puoi vedere alcuni dettagli come per esempio il luogo e l’ora in cui è stata creata. Si tratta di parametri un po’ inutili, ma che ti farà piacere avere salvato in alcune occasioni, per esempio quando esporterai in Day One.

Drafts credo sia davvero l’unica app di cui non potrei fare a meno sul mio iPhone. E i motivi sono diversi.

 

 

Scrittura semplificata

Drafts supporta due cose fondamentali:

  • Markdown, senza preview automatica, ma con la possibilità di ottenere una preview prima di esportare il testo e con l’opzione di esportare il testo convertito o in HTML;
  • TextExpander, per utilizzare abbreviazioni e snippet all’interno delle tue note, velocizzare la tua scrittura e commettere meno errori, anche se stai utilizzando una tastiera personalizzata come Swype o Fleksy.

Oltre a questo, nella nuova versione di Drafts, Drafts 4, in vendita fino al 23 ottobre al prezzo di lancio di 4,49 euro (poi costerà 8,99 euro), è possibile personalizzare la riga in più della tastiera. Di base sono già presenti bottoni utilissimi come le frecce per muoversi nel testo, undo e redo e formattazione del Markdown. Puoi aggiungere tutti quelli che vuoi e crearne di nuovi.

Drafts offre anche il conto dei caratteri e delle parole e consente di riorganizzare i blocchi di testo divisi in righe e frasi, cosa fondamentale quando stai creando un oggetto complesso (es: per inviare una email devi inserire nella prima riga l’oggetto dell’email e successivamente il corpo).

Add-on a volontà

Gli sviluppatori di Agile Tortoise hanno creato un portale in cui sono raccolte collezioni di azioni e di personalizzazioni per la tastiera. Inoltre, nella modalità link accessibile dal tasto in basso a sinistra, Drafts ti consente di chiamare numeri di telefono, aprire indirizzi Internet e inviare email a un indirizzo di posta. Un’utilissima funziona introdotta con la nuova versione di Drafts è la possibilità di organizzare le azioni per categoria, come per esempio messaggi, ricerche, testi.

Un’app che risveglia l’animo geek

L’app ti supporta nella creazione di azioni semplici, come inviare un messaggio a mamma e papà insieme, mentre per quelle più complesse dovrai metterci del tuo. Scrivere un’azione per Drafts non è semplicissimo, ma neppure così complesso. Basta studiarsi un attimo le istruzioni che si trovano nell’app e anche on line. In poche parole, si tratta di scrivere una riga di codice in cui si dice all’app che cosa prendere (tutto il testo della bozza, una riga, quale riga) e che farne. Detto questo, puoi anche limitarti a cercare nell’elenco di azioni disponibili sul portarle: sono più che sufficienti. Vuoi però non provare l’ebrezza di scriverne una anche tu?

Le novità dell’ultima versione

Drafts 4 è un’app universale. Significa che funziona anche sull’iPad, con supporto totale alla tastiera bluetooth. Con la nuova versione dell’app è stato introdotto il versioning: significa che puoi rivedere le versioni precedenti della bozza su cui stai lavorando ed eventualmente ripristinarla.

Il supporto alle estensioni di iOS 8 consente di catturare del testo da una pagina web o altre app. Una cosa utile per esempio per salvare quello che ti sembra interessante e decidere poi dove archiviarlo o che farne. Allo stesso modo, puoi importare del testo che hai scritto per esempio in Byword e che poi hai deciso di postare in Facebook.

Dulcis in fundo

Drafts supporta anche l’uso di Siri. Se dici al tuo iPhone di creare una nuova bozza nella lista Drafts (o altro nome che le puoi dare), Drafts importerà il messaggio e tu lo ritroverai nella tua lista di note quando ne avrai bisogno. Questa cosa, combinata con la nuova capacità di dettatura dei testi di Siri, è davvero fenomenale e ti consentirà di prendere appunti anche quando starai guidando o camminando.

ProduttivitàRecensioniScrivere

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Ghost vs WordPress

Scopri le principali differenze fra Ghost e WordPress.

Solo per gli iscritti

Ghost self-hosted: perché sceglierlo e cosa ti serve per usarlo al meglio

Nel corso delle ultime settimane mi sono preparato a dovere per migrare il mio sito su Ghost, un CMS open source sviluppato e gestito da una organizzazione non-profit dedita a creare i migliori strumenti open source per giornalisti indipendenti, blogger e creatori di contenuti in generale. Seguo il progetto da

Solo per gli iscritti

Perché e come aggiungere una newsletter al tuo blog

Quando una persona che incontri, anche tutti i giorni, diventa un tuo contatto? Quando ti scambi il biglietto da visita. Perché lì sopra oltre al suo nome è indicato un modo per contattarla. Di solito telefono ed email. Con i tuoi lettori è lo stesso: diventano un contatto quando ti