Salta al contenuto

Blinkist - un libro al giorno

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
2 minuti

Table of Contents

Quanti libri ci sono che vorresti leggere e non riesci mai a trovare il tempo per farlo? Ho una soluzione. Una mezza soluzione, ammetto. Una cosa però che può cambiare completamente il tuo approccio alla lettura: Blinkist[1]. L’equivalente del TED, in forma di testo, come si auto definisce la startup tedesca. Quest’app ti offre i riassunti[2] di diversi libri a cui sei probabilmente interessato per lavoro o piacere. Le categorie sono:

  • imprenditoria;
  • scienze;
  • psicologia;
  • salute;
  • politica;
  • storia;
  • società;
  • produttività.

Oltre a poter cercare il testo che vuoi leggere nelle singole categorie, in Blinkist puoi cercare qualunque testo a partire da parole chiave legate a titolo, tema o autore.

Ogni riassunto ha un tempo di lettura fra i 15 e i 20 minuti ed è impacchettato nel migliore dei modi. I libri hanno infatti una breve descrizione e un indice dei “capitoli”, di solito una decina. Ogni capitolo ha il proprio take away, specificato nel titolo e ribadito in chiusura. Impostando la grandezza del testo al massimo, i capitoli diventano lunghi poco più di una schermata di iPad. L’app è disponibile anche per iPhone e sul web, ma non per Android. Tutti i libri che hai aggiunto alla tua libreria sono disponibili anche off line. Se poi il libro ti piace e vuoi leggerlo tutto, ecco il link all’iBook Store.

Durante la lettura puoi evidenziare i paragrafi che trovi più interessanti e collezionare citazioni nella sezione highlight dell’app, ma non sul web, dove la sezione è proprio assente. Peccato che all’interno di questa tu non possa organizzare i contenuti in cartelle a tema o anche solo per libro. Puoi solo scegliere di consultarli per data o per libro. Altra funzione molto utile sarebbe avere la possibilità di compiere ricerche fra i propri highlight. Inoltre manca lo swipe back in alcune schermate: non sopporto questa cosa, dimostra poca attenzione alla piattaforma!

Veniamo al costo del servizio. Puoi scegliere di pagare in diversi modi, in ogni caso però dovrai sottoscrivere un abbonamento: mensile, trimestrale o annuale. Così avrai accesso a tutti i libri presenti e a quelli che vengono aggiunti quotidianamente. Puoi provare gratuitamente per tre giorni il servizio, dopo di che puoi fare affidamento sugli amici per ottenere un’altra settimana di abbonamento gratuito. Utilizzando il mio codice promozionale avrai a disposizione dieci giorni di abbonamento gratis e me ne farai ottenere altri sette a me. Quindi, se hai scoperto il servizio tramite il mio blog, fai il bravo e usa il mio link. Io in una settimana ho già letto tre libri che da tempo mi ripromettevo di leggere.


  1. Disclaimer: Questo link fa parte di un programma di affiliazione: se crei un account partendo da qui ci guadagno qualche centesimo. Dopo aver scritto il post ho scoperto dell’esistenza di questa possibilità e ho deciso di provarla. Avrei pubblicato il post comunque, perché adoro quest’app. Se ti piace il post, perché non sovvenzionare il blogger che l’ha scritto?
     ↩

  2. I riassunti sono tutti in inglese. C’è anche qualcosa in tedesco, ma nulla in italiano.  ↩

Scrivere

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Ghost vs WordPress

Scopri le principali differenze fra Ghost e WordPress.

Solo per gli iscritti

Ghost self-hosted: perché sceglierlo e cosa ti serve per usarlo al meglio

Nel corso delle ultime settimane mi sono preparato a dovere per migrare il mio sito su Ghost, un CMS open source sviluppato e gestito da una organizzazione non-profit dedita a creare i migliori strumenti open source per giornalisti indipendenti, blogger e creatori di contenuti in generale. Seguo il progetto da

Solo per gli iscritti

Perché e come aggiungere una newsletter al tuo blog

Quando una persona che incontri, anche tutti i giorni, diventa un tuo contatto? Quando ti scambi il biglietto da visita. Perché lì sopra oltre al suo nome è indicato un modo per contattarla. Di solito telefono ed email. Con i tuoi lettori è lo stesso: diventano un contatto quando ti