Salta al contenuto

Basta una storia

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
1 minuto

Table of Contents

Noi tutti ci raccontiamo storie per giustificare quello che facciamo. O non facciamo. Fa parte del nostro essere. Siamo esseri irrazionali perché decidiamo secondo le emozioni e non sulla base di principi logico matematici come un computer (due settimane fa ti avevo condiviso un link sul ruolo delle emozioni nel prendere le decisioni), ma siamo al contempo esseri razionali che pretendono di decidere sulla base di riflessioni più o meno oggettive. La verità è che per giustificare i nostri comportamenti abbiamo bisogno di motivazioni, le quali spesso derivano dalle storie che ci raccontiamo. Storie che possono essere logiche o illogiche: non è importante, basta che ci sia una storia a giustificare ciò che facciamo.

Il test delle fotocopie di cui parla in questo articolo James Clear ci insegna che se vogliamo ottenere qualcosa da qualcuno dobbiamo dargli un motivo per soddisfare le nostre richieste. E non è necessario che quel motivo sia razionale: puoi tranquillamente giustificarti con il fatto di dover fare delle fotocopie per passare avanti a delle persone che sono in coda per fare le fotocopie. Non è quello che succede tutte le volte al supermercato quando c’è qualcuno che vuol passare avanti con la scusa che ha poche cose da pagare?

Journal

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Day One 2 recensione: perché tenere un diario, che tipo di diario scrivere e perché farlo con quest'app

Tenere un diario forse ti sembra inutile perché pensi che non lo rileggerai mai. Day One ha risolto questo “problema” con l’introduzione dei widget: ogni giorno ti propone nel Notification Center un ricordo fra quelli che hai registrato in precedenza. Se ti stai ancora chiedendo perché

Solo per gli iscritti

Seconda stella a destra

Da quando ha imparato a volare, tutte le sere porto mia figlia sul balcone e la sollevo sopra la mia testa cantandole: Seconda stella a destra questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino poi la strada la trovi da te, porta all’Isola Che Non C’è.

Solo per gli iscritti

I numeri dei fantasmi

Spulciare la rubrica dei contatti è una vecchia abitudine, di quando le SIM contenevano al massimo 120 nomi. Sempre più spesso incappo in numeri di gente che non fa più parte della mia vita. A volte non ricordo neppure chi fossero e le cancello. Altre volte, sono persone non più