Salta al contenuto

Sbarbarsi intenzionalmente

La rasatura tradizionale come pratica di mindfulness.

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
3 minuti

Hai mai preso in considerazione la rasatura tradizionale? Quella con il rasoio di sicurezza a due lame, lo shavette o il rasoio a mano libera. Davanti a una proposta del genere, quanto meno inusuale, la prima risposta è un’altra domanda: perché? E la risposta a questa domanda non c’entra nulla con la rasatura: perché è una pratica di mindfulness.

Radersi con un rasoio tradizionale è infatti un processo che richiede molta più attenzione di quanto non implichi l’utilizzo di un rasoio a cartucce. Salvo gli usa e getta economici, quasi tutti i rasoi – per uomini o per donne – hanno una testina che più o meno si adatta alla superficie della pelle. I rasoi tradizionali no: ti richiedono di studiare la direzione di crescita dei tuoi peli e di adattare l’angolo della lama a seconda della zona in cui stai falciando il prato. Ora, siccome le lame montate da questi rasoi tagliano sul serio, se non ci stai attento rischi di terminare la rasatura con una collezione di taglietti qui e là. E se non ti concentri nel trovare l’angolo più efficace per il taglio, dovrai passare più volte sulla stessa zona per completare il lavoro, finendo così con l’irritarla.

Una pratica meditativa

Stare attento a stare attento non è altro che una pratica di mindfulness. O una forma di meditazione, se vuoi. La rasatura tradizionale è infatti un processo durante il quale ti isoli dal resto del mondo per concentrarti su quello che stai facendo.

Come trovare l’angolo giusto del rasoio? Ascolta il rumore dei peli tagliati.

Concentrandoti sul taglio dei peli, sentirai la lama tagliarli quasi uno per uno. È un po’ come ascoltare il respiro per concentrarsi in meditazione. Tutto però comincia da lontano, come per la cerimonia del tè.

Il processo di rasatura tradizionale si articola grosso modo così:

  • pulizia e idratazione del viso, o delle parti da rasare;
  • applicazione di una crema o gel per ammorbidire e sollevare i peli;
  • montatura di un sapone da barba, in ciotola o direttamente in viso, con un pennello;
  • rasatura (di solito pelo, contropelo, laterale e rifiniture);
  • un passaggio di allume di rocca, per disinfettare e cauterizzare la pelle;
  • applicazione di un balsamo o di una lozione post-rasatura;
  • pulizia degli strumenti utilizzati.

Una volta presa la mano, il tutto non richiede molto di più di una normale rasatura, ma l’esperienza è tutta un’altra cosa. Quello che consuma tempo e attenzione è la scelta dei prodotti, dal rasoio alla lametta, dal sapone al dopobarba passando per il pennello. E la cosa rende ogni singola rasatura un’esperienza unica, una pratica da ripetere in religioso silenzio e non più una seccatura da levarsi nel più breve tempo possibile.

Motivo pratici per provare

Qualcuno potrebbe obiettare che con tutti i rasoi con le cartucce che ci sono in giro tornare alla rasatura tradizionale è un passo indietro. Ti darò quindi qualche buon motivo pratico per farlo:

  • ricambi e usa e getta costano parecchio di più delle lamette;
  • smaltire un centinaio di lame all’anno ha un impatto decisamente inferiore sul pianeta – e sul tuo portafoglio – piuttosto che una ventina di cartucce;
  • le cartucce multilama sollevano il pelo e lo tagliano sotto, in profondità, irritando la pelle, mentre i rasoi tradizionali tagliano solo quello che spunta, senza costringerti a comprare prodotti per contrastare le irritazioni.

Ma allora perché le aziende… Secondo te si fanno più soldi a vendere rasoi usa e getta, rasoi che richiedono cartucce brevettate da te, o rasoi che possono usare qualsiasi tipo di lametta?

E lato utente, preferisci un prodotto buono per tutti o qualcosa ad hoc per la tua pelle? Nel passaggio al rasoio tradizionale infatti la prima attività riguarda la selezione della lamette più adatta al tuo viso.

Una prova senza rasoio

Per affacciarsi al mondo della rasatura tradizionale non è necessario comprare subito un rasoio di sicurezza. Il primo passo può essere l’acquisto di pennello e sapone al supermercato, una spesa di pochi euro. La reazione della pelle e tutta la pratica già cambia parecchio con questo passaggio, anche senza aggiungere un prodotto pre-rasatura – ma già che ci sei…

Fisse

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.