Salta al contenuto

LinkedIn ridisegnato per essere un po' più come Facebook

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
1 minuto

Table of Contents

Ecco la nuova grafica di LinkedIn:

Napier Lopez riassume così su The Next Web le novità:

  • Large icons at the top of the site for easier navigation.
  • Facebook-like chat windows that are persistent no matter where you are on linked in.
  • LinkedIn will encourage conversations on its site by suggesting people to chat with if you have a connection at a company.
  • The feed has been fine-tuned with a combination of algorithm and humans. The company promises new ways for reading about specific topics you care about too.
  • A single universal search bar for everything across the site (as opposed to a different one for each section).
  • Insights on who’s reading the content you share.
  • More suggestions on how to tidy up your profile.

Praticamente, LinkedIn vuole assomigliare a Facebook per cercare di tenerci dentro di più. E se, con tutto il rumore che c’è su Facebook, LinkedIn fosse davvero meglio di Facebook?

Comunicazione

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

La fine di Facebook & co

Se la tua strategia di content marketing è ancora ancora ai social network, è il caso che cominci a guardare avanti. Secondo un report di Buzzsumo infatti la condivisione dei contenuti è in calo verticale. Ecco un commento letto sul Nieman Lab (neretto mio) The top line takeaway from its

Solo per gli iscritti

L'intelligenza artificiale renderà Facebook pauroso

Olivia Solon, sul Guardian, riporta una dei passaggi chiave dell’ultima conferenza degli sviluppatori di Facebook: Facebook is looking at using optical imaging – using lasers to capture changes in the properties of neurons as they fire – to glean words straight from our brain before we say them. If these

Solo per gli iscritti

Ben Ubois: con Feedbin ho reso il web più bello da leggere

Questo articolo è parte di una serie sulla dieta informativa per blogger, giornalisti, professionisti e semplici appassionati di news. Per ricevere i precedenti articoli e il seguito, iscriviti al form qui sotto. Nelle scorse settimane ho condiviso la mia strategia per usare bene gli RSS nel 2017. Nel primo articolo