Salta al contenuto

Una domanda che ti aiuterà a decidere sempre

Silvio Gulizia
Silvio Gulizia
1 minuto

Table of Contents

È incredibile come spesso mi ritrovi davanti a scelte che richiedono tempo, analisi, meditazione e confronto con persone fidate prima di essere compiute. Fa parte della nostra natura di esseri umani: pretendiamo di assumere decisioni sulla base di una qualsiasi razionalità che le possa giustificare ai nostri occhi.

Poi, invece, decidiamo di petto, in base alle sensazioni che viviamo e fidandoci più del nostro istinto che dei dati oggettivi raccolti.

Ci casco ogni volta. Ogni volta faccio lunghe analisi e sto lì a meditare su quale sia l’alternativa migliore. A posteriori però c’una sola domanda che mi aiuta sempre a prendere la decisione migliore e che coinvolge più la mia sensibilità che la mia razionalità.

Sul letto di morte, rimpiangerai questa scelta?

Pormi questa domanda per qualunque cosa che faccio ha completamente stravolto il mio modo di vivere. Non perdo più tempo dietro a cose futili, ma lo impegno per imparare ogni giorno qualcosa di nuovo, per fare una di quelle mille cose che mi piacerebbe fare, anziché spiattellarmi sul divano a giocare con il telecomando della TV o perdermi in attività che non portano da nessuna parte.

Journal

Silvio Gulizia Twitter

Il padawan di questo sito.


Articoli correlati

Solo per gli iscritti

Day One 2 recensione: perché tenere un diario, che tipo di diario scrivere e perché farlo con quest'app

Tenere un diario forse ti sembra inutile perché pensi che non lo rileggerai mai. Day One ha risolto questo “problema” con l’introduzione dei widget: ogni giorno ti propone nel Notification Center un ricordo fra quelli che hai registrato in precedenza. Se ti stai ancora chiedendo perché

Solo per gli iscritti

Seconda stella a destra

Da quando ha imparato a volare, tutte le sere porto mia figlia sul balcone e la sollevo sopra la mia testa cantandole: Seconda stella a destra questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino poi la strada la trovi da te, porta all’Isola Che Non C’è.

Solo per gli iscritti

I numeri dei fantasmi

Spulciare la rubrica dei contatti è una vecchia abitudine, di quando le SIM contenevano al massimo 120 nomi. Sempre più spesso incappo in numeri di gente che non fa più parte della mia vita. A volte non ricordo neppure chi fossero e le cancello. Altre volte, sono persone non più